ERRATA: Per la versione Sports OneOf utilizzerà, secondo le ultime dichiarazioni, Polygon Matic. Il resto dell’apparato di OneOf continuerà invece a girare su Tezos.

Anche eBay si lancia finalmente nel business dei token non fungibili, con un’offerta destinata forse più al pubblico americano che a quello europeo, ma che comunque segnala come siano maturi i tempi per questo tipo di tecnologie.

Tecnologie che sono una gallina dalle uova d’oro per molti artisti e sportivi e della quale anche i marketplace online classici vogliono una fetta. Come appunto eBay, che tramite una collaborazione con OneOf, venderà la sua prima collezione di NFT.

OneOf che, si deve scavare parecchio a fondo della documentazione, gira su chain di Tezos, token sul quale potremo investire anche con eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il TOP degli STRUMENTI – chain e token che nonostante i detrattori continuano a rosicchiare quote di mercato alla concorrenza.

Investendoci con eToro potremo accedere anche al trading automatico che viene offerto dal CopyTrader, sistema che permette di investire copiando i migliori presenti sulla piattaforma oppure spiando le loro posizioni. Abbiamo anche gli Smart Portfolios che offrono invece panieri cripto in stile ETF, già diversificati. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

Anche eBay nell’agone dei NFT – ecco cosa ha in mente il gigante delle aste online

Come abbiamo detto in apertura, quello dei NFT è un mercato troppo ricco per non attirare anche chi ha posizioni importanti sul mercato, sebbene in settori diversi da quello delle cripto e dei token non fungibili. Ci ha provato (e continuerà a provarci) GameStop e come era prevedibile arrivano alla spicciolata anche grandi gruppi delle aste.

Come appunto eBay, che ha annunciato il lancio della sua prima collezione. Si tratterà di un’edizione limitata da 13 pezzi, che sarà pubblicata e venduta tramite una partnership con OneOf, piattaforma e marketplace NFT che si appoggia a Tezos. Oggetto della collezione saranno delle immagini animate di Qayne Gretzky, leggenda dell’hockey, per una collezione che con ogni probabilità avrà molto più ascendente negli USA che in Europa. Ma è pur sempre un gigante di proporzioni incredibili che entra a far parte di un mondo che in molti continuano a considerare una meteora.

Sarà Tezos a fare da supporto all’operazione di eBay

Un passaggio storico, che non sarà l’unico (presto si muoveranno altri gruppi) e che potrebbe cambiare per sempre il destino di una tecnologia invisa a molti, ma sulla quale continuano ad essere investiti capitali importanti. Con il campione ritratto nella collezione che, tra le altre cose, si è detto estremamente lusingato di essere il protagonista di questo momento epico.

40 anni fa ero riconoscente per essere sulla copertina di Sports Illustrated, fu un momento monumentale della mia vita. Oggi sono onorato di partecipare a questa esperienza di collezionabili e di portarla ai miei fan dell’hockey, che hanno seguito la mia carriera per decenni.

Questo il commento dello sportivo, superato il quale però sarà necessario spendere qualche parola anche sul lato tecnico della vicenda, che vede al centro Tezos tramite una società, lo ammettiamo, a noi semi-sconosciuta.

eBay sceglie, indirettamente, Tezos

Interessante la scelta sul piano tecnologico. Sarà infatti Tezos, scelta a quanto pare per il suo basso impatto sull’ambiente, e preferita a questo punto a Ethereum. Una scelta indiretta però, perché in realtà la tecnologia di Tezos era stata già incorporata dalla piattaforma che ha avviato la partnership con eBay.

Una scelta che abbiamo visto fare già a diverse società dello stesso spessore, che confermano come la questione ambientale continuerà ad essere centrale nel mondo cripto, in particolare quando coniugata con la partecipazione di grandi aziende.

Tezos nel frattempo ne approfitta, e quando sarà pubblico (e ripreso da molti) che sarà lei a fare da sostegno tecnologico ad eBay, potremmo vedere anche delle ripercussioni importanti in termini di mercato. Ripercussioni ancora più forti nel caso in cui il comparto dovesse, finalmente, invertire un trend negativo che si porta dietro da almeno 2 mesi.