UPDATE: Justin Sun ha categoricamente smentito di essere l’acquirente reale.

Tra i pochi token che stanno guadagnando in modo apprezzabile sul mercato troviamo anche quello di Huobi, token legato all’omonimo exchange che fa un balzo in avanti in collegamento con questioni societarie che si sono finalmente evolute nel modo in cui speravano i mercati. Parliamo della cessione della quota di controllo dell’exchange e dell’arrivo, anche se da confermare in termini di capitale, anche di due personaggi molto importanti dell’ambiente cripto.

Il tutto durante una fase di mercato molto particolare e che sta segnando un cambio di marcia e anche epocale per i maggiori operatori del settore, con lo shopping da parte di chi ha liquidità importante in cassa che continua senza soluzione di continuità.

Possiamo trovare il token legato a Huobi anche sulla popolare piattaforma Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con INTELLIGENZA ARTIFICIALE attiva – intermediario che offre l’opportunità di investire all’interno di un mercato complesso e strutturato, con 476+ token scelti tra i migliori che sono già inseriti a listino.

Abbiamo poi strumenti esclusivi per fare trading di livello professionale con l’integrazione con MetaTrader 4 e TradingView, entrambe piattaforme molto utilizzate dai pro anche per fare trading su altri mercati. Con l’intelligenza artificiale legata al WebTrader del gruppo possiamo anche analizzare automaticamente il portafoglio e correggerlo in caso di errori. 20€ sono l’investimento minimo necessario per fare trading con il conto reale.

Huobi passa di mano – e spunta il sospetto che ci siano dietro…

Huobi passa di mano. O meglio, passa di mano il pacchetto azionario di controllo di uno degli exchange più importanti al mondo. Investimento miliardario, che ha spinto il token legato al suddetto exchange a crescere in modo concreto nel corso delle ultime 24 ore.

Secondo indiscrezioni ci sarebbe Justin Sun dietro l’acquisto del popolare exchange…

Un cambio di mano come tanti ce ne sono stati in questa fase di bear market, che ha visto in molti investitori e gruppi operare acquisizioni strategiche sfruttando da un lato le quotazioni di mercato scese, dall’altro invece la possibilità concreta, in una fase di mercato di questo tipo, di andare a consolidare certe posizioni.

Acquisizione che come spesso accade nel mondo cripto però ha anche la sua giusta quantità di illazioni, di non-detti e anche di scoop. Secondo infatti quanto riportato da Wu Blockchain, dietro l’acquisizione di Huobi potrebbe esserci nientepopodimeno che Justin Sun, personaggio tra i più divisivi dell’intera industria cripto e che avrebbe potuto utilizzare l’acquisizione di About Capital come cortina fumogena per nascondere le sue vere intenzioni.

Sono davvero onorato di essere stato scelto come membro della Global Advisory board di Huobi Global e di lavorare con leader per policy, accademia e industria per aiutare a guidare e far crescere questa vibrante, innovativa e resiliente organizzazione nell’ultimo capitolo della sua espansione globale. Si parte!

Il tweet di Justin Sun e il suo inserimento nella board globale di Huobi hanno destato, in particolare per le tempistiche, qualche sospetto. Sospetti che poi sono stati raccolti da Wu Blockchain che citando “persone informate dei fatti” ha dichiarato come palese l’acquisizione per interposta persona del popolare exchange proprio da parte di Justin Sun.

Justin Sun che non sarebbe l’unico dei grandi personaggi del mondo cripto ad aver partecipato all’acquisizione. Sempre secondo quanto viene riportato da Wu Blockchain dietro questa acquisizione si celerebbe anche la partecipazione di SBF e di FTX.

Partecipazione da confermare, ma intanto il token vola

La partecipazione non è stata confermata dai diretti interessati, ma è bastato comunque il passaggio di mano, questo sì con tutti i crismi dell’ufficialità, per far volare il token, che oggi è tra i migliori sul mercato in una fase di movimenti laterali che sta regalando davvero poche gioie agli investitori.

Una situazione che andrà comunque monitorata nei prossimi giorni, per valutare se possa essere effettivamente una buona idea introdurre nel nostro portafoglio, nella sezione dedicata agli utility token. Per il resto buone notizie dal fronte di Huobi, per un’acquisizione che si ventilava da tempo e che adesso, a prescindere da chi ci sia dietro, si è concretizzata. Acquisizione per molti necessaria per far fronte ad un periodo molto complicato per quanto riguarda il mondo cripto, in particolare per gli exchange che con una fase di volumi bassi perdono le commissioni che un tempo incameravano senza troppi problemi.